martedì 7 giugno 2016

Let's talk about...#10 Ft. A little nerd's shelf

Buongiorno Bookworms!
Ben tornati nel blog più pazzo della blogsfera.
Oggi è martedì e come ogni martedì assieme a Letizia di A little nerd's shelf parleremo di due libri davvero interessanti!
Purtroppo i libri che Violet e Rose hanno letto in comune stanno ormai raggiungendo la fine quindi devono decidere il da farsi. Stay tuned per sapere come andrà a finire.
Pronti? Iniziamo!




ROSE


Inizio dicendovi che io userò il titolo originale del libro, ovvero Solitaire. Perchè quello italiano non ha un cavolo di senso per la storia (quando mai?).
Avete presente che ci sono libri che appena termini di leggere ti lasciano qualcosa, ma dopo poco tempo inizi a leggere un altro libro e quindi non pensi più a quello precedente. Poi ci sono quei libri, e sono davvero pochi ultimamente, che ti toccano il cuore, ti fanno ragionare e farti mille domande.
Ecco, questo mi è successo con Solitaire.
L'ho terminato ieri sera e per tutta la notte ho pensato solo a quel libro, stamattina mi sono svegliata e avevo in testa soltanto i pensieri di Tori.
Per elaborare un libro così profondo impiego abbastanza tempo, quindi ora non so quale sia la mia opinione finale, ne tanto meno riuscirei a descrivere appieno ciò che mi ha lasciato.
Mi è piaciuto, perchè è davvero un bel libro. La scrittura è fluida i personaggi sono tutti fantastici, Tori, la protagonista esclusa, troppo depressa, troppo menefreghista, troppo triste!
Micheal *sospira* tutti avremo bisogno di un ragazzo come lui al proprio fianco!


*Inizio momento di riflessione, se volete potete saltarlo lol *

Solitaire mi ha fatto riflettere sulla vita, sulle amicizie che mi scelgo (Violet, tu sei la migliore), sulle mie scelte, sulla mia felicità e quella delle altre persone. Troppe volte diamo per scontato tutto, non diamo importanza alle piccole cose di ogni giorno, ai piccoli gesti che le persone fanno per noi, ma questo è sbagliatissimo, perchè ogni gesto, seppur piccolo può rendere felici le persone e noi stessi. Credo che non ci sia cosa migliore di vedere le persone che amiamo felici, ancor di più se siamo noi a far felici loro.
Il libro parla anche di solitudine (Ma va? Solitaire, Rose, ti dice qualcosa?).
Ognuno di noi la vive in modo diverso. La protagonista, ad esempio, si chiude in se stessa, non parla con nessuno, rimane a casa in camera a guardare i film.
Io invece, quando voglio stare per i fatti miei (e ammetto che succede di rado) me ne sto nel mio letto, cuffione in testa, musica a tutto volume e un libro in mano. Qualcun'altro scrive, c'è chi ascolta musica. Il punto è che ognuno di noi è diverso, vive la vita in modo diverso, non dobbiamo farci influenzare da niente e nessuno.
Dopo questo mio ragionamento profondo, perdonatemi ma dovevo elaborarlo con qualcuno, posso dirvi che il libro merita di essere letto. Merita sul serio, in me è scattato qualcosa. Questo libro è reale.

*fine momento di riflessione*

Se dovessi stare qui a parlare di quello che ho provato finirebbe per diventare una recensione! Ma dentro al libro c'è altro.
Solitaire, un blog creato per far vivere al meglio agli studenti il periodo scolastico (si, al meglio, più o meno)
Charlie e il suo ragazzo Nick che sono davvero adorabili.
Amicizia, fiducia, famiglia e molto altro. Non è una lettura semplice, infatti parla di temi pesanti, ma, ripeto, la Oseman li descrive con una scrittura fluida.
Inoltre l'ho terminato in due giorni perchè più andava avanti il libro più volevo scoprire tutto, non sono riuscita a metterlo giù!

"Non desidero che le persone si
preoccupino per me. Non c’è niente di
cui preoccuparsi. Non desidero che le
persone provino a capire perché sono
come sono, perché devo prima capirlo
io. E ancora non l’ho capito. Non
desidero che le persone interferiscano.
Non voglio che le persone si insinuino
nella mia testa. Se è quello che fanno gli
amici, non ne voglio"

ROSE

Considerando che ho scritto praticamente un romanzo per Solitaire e che di Iris  mi ricordo  poco, non ne parlerò molto.
Mi ricordo che ho trovato l'idea veramente originale!
Cavolo, la protagonista se sente il profumo dell'iris cade in un sonno profondo e la sua anima va al Cinerarium ovvero un mondo fatto di cenere (wow)
Il libro (fattore importante per me) in alcune parti è davvero esilarante. Si legge in un fiato perchè la scrittura è davvero scorrevole e anche qui si legge pagina dopo pagina e non ti rendi conto che ormai l'hai finito.
Devo dire però che i primi due libri mi sono piaciuti, il terzo invece ( che dopo averlo letto ho problemi a scrivere il titolo) I risvegli ametista mi è sembrato un po' buttato li, come se l'autore avesse detto: bene finiamolo e basta. Infatti della trilogia è quello che mi è piaciuto meno. 
Questa cosa succede in molte serie (e si Lynn, sto parlando di nuovo con te e con Opposition). Ma cavolo, è l'ultimo libro fammi leggere qualcosa di emozionante, epico e unico! (Cassandra, tu no, tranquilla, mi hai già spezzato il cuore troppe volte).


VIOLET



Iris di Maurizio Temporin è il primo volume di una trilogia particolarissima, che ha come protagonista Tara e il Cinerarium, questo luogo misterioso è abitato da misteriose creature di Cenere. Oh si, mi avete sentita bene: cenere. Ho trovato che le premesse presentate in questo libro sono oltremodo interessanti,originali, curiose e non lasciano deluso il lettore. Tante sono le domande, prima tra tutte è perchè unicamente Tara è in grado di viaggiare nel Cinerarium? Tutto ciò è in qualche modo collegato con la sua situazione di narcolessia? Non so se siete nuovi ai libri di Temporin, personalità eccentrica e affascinante, ma se avete mai letto il suo libro "Tutti i colori del buio" aspettatevi una sorpresa. Mi piace la scrittura di Temporin, anche se trovo che abbia cercato di adattarsi troppo al genere. Mi spiego meglio: i libri YA hanno in genere un linguaggio semplice, fluido, ridotto quasi all'osso (l'avete notato anche voi?) e trovo che l'autore abbia un po' sacrificato la sua prosa per adattarsi a scrivere un libro più nella corde YA. La storia è molto originale e carina, se avete occasione di recuperarlo fatelo e fatevi trascinare dal profumo degli Iris nel Cinerarium.

Eccoci giunte a fine post!
Rose chiede umilmente scusa se vi ha annoiati con le sue riflessioni.
Fateci sapere se voi avete letto i libri scelti per questo post e noi ci vediamo domani con il WWW Wednesday!
Alla prossima Bookworms!

2 commenti:

  1. Ciao ragazze vi ho nominato qui: http://lovingbooks89.blogspot.it/2016/06/happy-books-book-tag-il-tag-del-book.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille cara <3
      Lo faremo di sicuro!
      Rose

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...