martedì 3 maggio 2016

Let's talk about...#5 ft A little nerd's shelf

Buongiorno bellissimi Bookworms!
Come state oggi? 
Rose è davvero felice perchè oggi *rullo di tamburi* compie vent'anni yeeeee! (No more teen)

Grazie grazie! *applausi*
Inoltre anche il blog festeggia, infatti oggi sono 4 mesi che lo abbiamo aperto (non c'entra niente, ma è un bellissimo traguardo per noi). (Oddio, mi sento così fiera della nostra creatura!)
Mettendo compleanni e via dicendo da partem oggi è martedì e come ogni martedì assieme a Letizia del blog A little nerd's shelf esce il Let's talk about!
In questo post parleremo di un libro che ci ha fatte innamorare di una storia bellissima e uno che ci ha lasciate nah.
Pronti a scoprire i libri? Iniziamo:
Ops, questo era un piccolo regalino! <3

Okay, ora iniziamo seriamente!



VIOLET

“Eragon” di Christopher Paolini è il libro della mia infanzia, il mio primo libro con così tante pagine e ancora oggi lo amo molto. Per carità, posso capire tutte le critiche che ha ricevuto e il perché, visto che in diverse parti non brilla di originalità, ma ho trovato che Paolini abbia saputo creare una bella storia che riesce ad intrattenere il pubblico e a farlo ridere, piangere e sognare di cavalcare draghi per il resto della vita.
Ho amato profondamente Alagaesia e le sue creature, il suo popolo unito contro il grande tiranno Galbatorix. Alcune volte ho desiderato profondamente che il protagonista fosse Murtagh e non Eragon perché…come dire con gentilezza…Eragon è un po’ scemo. E a tratti irritante.
Ma tralasciando questo, l’intera saga è molto bella e come prima lettura per ragazzi la consiglio molto, nonostante il capitolo finale non lo trovo degno del resto della quadrilogia perché manca di qualcosa. Infatti Inheritance non l’ho mai riletto, cosa che invece ho fatto più e più volte con gli altri. Penso seriamente di sapere Eragon a memoria!
La scrittura è pulita, ben strutturata e pensata, si legge che è una meraviglia, nonostante sia un fantasy sulla falsa riga di “Il Signore degli Anelli”. E sì, Tolkien non è conosciuto per essere un autore breve e coinciso, no?
Mi sento di consigliarlo di cuore Eragon, così come tutta la saga perché sono state delle letture che mi hanno fatto sognare molto in passato e che mi hanno aiutata a svilupparmi come lettrice, quindi se non l’avete ancora fatto, dategli un’occhiata, ne vale la pena!  



ROSE
Ahhh, partiamo subito raccontandovi una storia.
C'era una certa giovane ragazza di nome Violet che voleva a tutti i costi far leggere Eragon alla sua amica Rose.
Rose, come sempre, si rifiutava dicendo che non era per lei, non aveva tempo e altre scuse demenziali che solo lei poteva trovare.
Qualche mese dopo la nostra Roza pesca dalla TBR Jar Challenge la sfida: leggi un libro che è piaciuto agli altri, ma che tu non hai interesse  a leggerlo.
Rose entra in crisi e non sapendo cosa leggere per la challenge manda 394 audio su whatsapp a Violet per chiederle consiglio.
Violet disse alcuni titoli, Rose andò a cercarli con calma e fu così che tra tutti scelse Eragon.
Finito di leggere il primo libro, la prima cosa che passò per la mente di Rose fu: MA PERCHE' NON L'HO LETTO PRIMA? Certe volte mi faccio arrabbiare da sola.
Ora sono arrivata al terzo libro, Inheritance me lo tengo per questo mese.
Ma passiamo al mio sentimento verso questa """piccola""" meraviglia.
Sono entrata nel libro quasi da subito, mi sono affezionata a tutti i personaggi dal primo all'ultimo (MURTAGH E BROM IN PARTICOLARE).
La scrittura stupenda e anche se il libro ha 600 pagine (ed è il più piccolo della quadrulogia, ehhh già) si legge che è una meraviglia. Il libro scorre come se fosse uno da 300 pagine e quando arrivi alla fine non te ne accorgi nemmeno anzi, ci rimani pure male perchè vorresti che non finisse mai.
E poi i colpi di scena...hahahah...davvero sto ridendo come una demente perchè maggiormente in Eldest e Brisingr (V, niente urlo) ci sono ROBE assurde, sono rimasta scandalizzata, sia in senso felice ma anche no. 
Ovviamente non c'è bisogno di dire che mentre leggevo il secondo libro ho trovato l'intera quadrulogia a 7.90 € l'uno e semplicemente MIEI.

"I libri sono i miei amici, i miei compagni. Mi fanno ridere, piangere e trovate un significato nella vita"


ROSE
Okay questo libro l'ho letto qualche anno fa e non ne ho mai fatto un rereading. Quindi il mio commento non sarà lungo quanto... boh, non ho una battuta pronta stavolta #mainagioia.
La prima cosa che mi viene in mente pensando a questo libro è: TROPPA DOLCEZZA.
I miei denti si sono cariati, il diabete si è alzato, nel giro di due giorni che l'ho letto sono aumentata di almeno 17 kg e mezzo. Mi sono spiegata?
Ma, anche qui, l'idea c'era, insomma i Revenants, che figata, una nuova creatura paranormale, diversa dai soliti vampiri, demoni, lupi mannari ecc ecc ecc.
Ma a mio parere l'autrice non ha sfruttato al massimo il lato fantasy del libro e si è concentrata maggiormente sulla storia d'amore, che è anche a prima vista quindi il mio interesse per il libro era volato giù giù giù, ma, c'è sempre un ma, di sicuro farò il rereading del libro e se mi gira leggerò anche il secondo, non mi piace lasciare serie interrotte, prima leggo la trilogia e poi si vedrà il voto finale. 


VIOLET

“Die for me” di Amy Plum è un libro che ti frega perché ha una copertina carina e una nuova creatura mitologica intrigante, ma il tutto finisce lì. L’idea della figura del Revenant mi aveva colpita molto fin da subito, e sorvolando sui primi cliché, che già si intuivano dalla quarta di copertina, ho deciso di dargli una possibilità. AHAHAH.
Povera me, sono in cappata in una partita di Candy Crush infinita in cui le caramelle e lo zucchero continuano a crescere, crescere e crescere finché non ti viene il diabete anche per le 40 vite successive. Troppo, troppo, troppo romance.
La scrittura l’ho trovata un po’ piatta e monotona, ma forse è solo quello che si percepisce leggendo una storia così banale e sviluppata secondo il fedele manuale dei cliché YA. Per carità, la maggior parte dei libri YA li segue, ma qui stiamo sfociando nel ridicolo. I personaggi sono stereotipati in un modo indecente, non hanno un minimo di profondità e maturità e no, non è una scusa il fatto che non siano adolescenti perché quelli descritti nel libro sono dei bambini incavolati perché il bulletto di turno ha rubato loro il ciuccio.
Prevedibile, scontato come i vestiti dell’H&M e peccato, perché aveva delle premesse interessanti!
L’unica cosa che salvo è Parigi, perché Parigi è sempre Parigi.
Per il resto, non ci siamo proprio.

Non posso prometterti una vita normale,
Kate. Vorrei potermi trasformare in un
uomo
comune ed esserci sempre per te. Ma
non posso. Ti giuro, però, che farò tutto
ciò
che è in mio potere per farmi perdonare.
Ti darò più di quanto potrebbe darti un
fidanzato normale. Non so ancora come,
ma non vedo l’ora di scoprirlo. Insieme
a te.
Grazie per essere qui, mia bellezza.
Mon ange. Mia Kate.
Completamente tuo,
Vincent

La mia piccola Rose, la mia sweetheart che compie vent’anni, awww sono così fiera!

Bene, little bookworms, questo era il nostro Let’s talk about di oggi, speriamo che vi sia piaciuto, fateci sapere se avete letto i libri di oggi e che cosa ne pensate voi! Argh, io e Rose ormai finiremo presto i libri che abbiamo letto entrambe, quindi dovremo trovare una soluzione, ma di sicuro non mancheremo fedeli il martedì con l’appuntamento!
Tanto amore a tutti e alla prossima!


See you soon, crazy bookworms!

-Violet&Rose

10 commenti:

  1. Eragon è stato il primo libro che ho letto *-* love love love it ♥ purtroppo abbandonai Eldest, ma ormai non ricordo più perché, sono passati nove anni xD vorrei tanto che si ripresentasse l'occasione di riprenderlo in mano ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eldest mette tanta carne al fuoco cavolo, posso solo dirti di recuperarlo ahaha! Magari traessero un film dai libri! (quello che hanno fatto per me non esiste LOL)
      Baci Chiara! :*

      -Violet

      Elimina
  2. Ciao bellissime!
    Sapete che mi state facendo venire ancora più voglia di leggere Eragon e seguenti? *^*
    Questa tetralogia è già nella mia TBR List 2016 da un po'; quindi, adesso, viste tutte queste premesse, spero di iniziarla presto *^*!
    A presto care! Un bacione! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii leggilo, è un sacco bello il tutto! *-* Ha convinto pure Rose che era molto scettica all'inizio quindi yeee!
      Baci carissima! :*

      -Violet

      Elimina
  3. Non potrei essere più d'accordo su Die for me! Terribile, non c'era una sola cosa che funzionasse in quel libro! Beh, a parte Jules ovviamente <3 L'unico personaggio che mi sia davvero piaciuto *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, il libro mi è piaciuto così tanto e ho amato così tanto i personaggi che non mi ricordo nemmeno chi è Jules xD
      Rose

      Elimina
  4. Tantissimi auguri Rose <3
    Non ho letto questi libri, ma della serie Amy Plum tempo fa ero ispirata, ora mi è passata ahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie *-* (scusa per il ritardo!!)
      Rose

      Elimina
  5. Auguri anche se un po' in ritardo! ^-^
    La quadrilogia di Paolini l'ho letta qualche anno fa e l'ho adorata! Il mio preferito probabilmente è Brisingr, ma anche il primo libro non è per niente male!
    Die for me sinceramente non mi hai mai ispirato in modo particolare, e dopo aver letto i vostri commenti sono contenta di non averlo letto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! (scusa anche tu per il ritardo)
      Hahahaha, aggiungiti nel nostro gruppo contro Die for me ;)
      Rose

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...